Hacker: chi sono e cosa possono fare?

Sabato, 07 Dicembre 2013 09:40 Written by 

Spesso sentiamo parlare di hacker e di attacchi sul web, ma chi sono esattamente?

Gli hacker sono esperti informatici in grado di analizzare accuratamente i limiti delle funzionalità di software, sistemi operativi, piattaforme web.

Le loro analisi hanno lo scopo, originariamente, di perfezionare le caratteristiche degli strumenti analizzati, diminuendone imperfezioni e vulnerabilità.



I BLACK HAT

 

Un black hat (o cracker) è un hacker malintenzionato, spesso guidato da intenti criminali.
Il termine viene usato nel campo della sicurezza informatica, per indicare persone dalle grandi capacità informatiche, che operano con fini illeciti.

Cosa fanno esattamente i black hat?

Molti di loro operano secondo una sorta di libertà individuale, accedendo all'interno di sistemi informatici senza autorizzazione, violando pertanto i limiti stabiliti dalla privacy, nel tentativo di espandere i bug (buchi) di sistema.
Spesso hanno accesso a 0-day Exploit, programmi che permettono di sfruttare i bug nei sistemi, non distribuiti al pubblico e che quindi non hanno una soluzione alternativa reperibile.
Nella maggior parte dei casi, un black hat lavora per causare un danno, o per prelevare informazioni private confidenziali, con lo scopo, spesso, di trarne profitti economici.



I WHITE HAT


Un white hat è un hacker etico, che si oppone all'abuso dei sistemi informatici, verificando la sicurezza di una rete e dei sistemi che la compongono, per delinearne l'effettivo livello di rischio cui sono esposti i dati e proporre, di conseguenza, azioni correttive migliorative.

Il white hat ritiene che internet sia un grande mezzo di comunicazione positiva, e quindi si impegna per la sua difesa, rispettando i sistemi e studiandoli a fondo per poterli rendere migliori.

Cosa fanno esattamente i white hat?
Spesso i white hat irrompono in un computer di un black hat per investigare, o entrano in network per rendere noto al proprietario la presenza di bug .. il tutto sempre con finalità positive.
Molti di loro, proprio per questi fini propositivi e non distruttivi, sono assunti da società che si occupano di sicurezza informatica, chiamate sneaker.

 


Cyberattacchi, dal canale Youtube dell' Università degli Studi di Milano - Bicocca.