E-commerce: Italia paese emergente in Europa

Giovedì, 16 Gennaio 2014 08:04 Written by 

A novembre si era discusso dell'aumento delle vendite online nel nostro paese, rispetto alle statistiche di vendita del 2012 ("E-commerce: anche in Italia aumentano le vendite").

A gennaio del 2014 possiamo già tirare qualche somma dell'andamento europeo delle vendite tramite l'e-commerce nel 2013.


L'Europa si conferma come il mercato più attivo nell'e-commerce B2C, rivolto al consumatore finale, segnando un fatturato totale di 311,6 miliardi di euro già a fine 2012, con una crescita del 19% rispetto al 2011.

Il mercato europeo risulta dominato da Regno Unito (96 miliardi), Germania (50 miliardi) e Francia (45 miliardi).

L'Italia, invece, si conferma uno dei paesi emergenti nel settore dell'e-commerce, toccando la soglia dei 21 miliardi di euro di fatturato.
Il sensibile aumento delle vendite online mondiali è dovuto al sempre maggior utilizzo dei dispositivi mobili.
Il nostro paese, però, risulta essere un'eccezione in questo contesto più generale grazie al gioco online che, dopo la sua legalizzazione nel 2011, contribuisce in maniera sostanziale all'incremento del fatturato e-commerce statale. Per quanto riguarda gli altri settori, il 2013 in Italia ha segnato un notevole aumento delle vendite online di giocattoli (41 milioni gli acquirenti).

Quali sono le principali motivazioni di tale aumento?

Senza entrare troppo nello specifico, esistono 3 motivazioni principali:
1. l'aumento di persone che si collegano regolarmente a internet,
2. l'aumento di fiducia nei sistemi di pagamento online,
3. la competitività dei prezzi online.